header - banner1
Home > I Servizi > Per i cittadini > Stato civile

STATO CIVILE

Link informazioni generali -->

NASCITA
Registrazione della nascita del figlio di un cittadino italiano all’estero

Figli nati da matrimonio: 

presentare personalmente o inviare per posta un estratto dell’atto di nascita su formulario plurilingue del neonato da richiede al Comune di nascita francese.

Figli naturali:

presentare personalmente o inviare per posta un atto di nascita integrale (originale o copia conforme all’originale) da richiedere al Comune di nascita francese con traduzione ufficiale in lingua italiana. Successivamente, l'ufficio consolare convocherà eventualmente i genitori per ulteriori formalità da effettuare in Consolato.

 

MATRIMONIO

I cittadini italiani residenti in Francia possono sposarsi:

  • presso un Comune francese;
  • presso un Comune italiano;
  • in un altro Paese;
  • presso un Consolato italiano in Francia (c.d. matrimonio consolare).

Nel caso di matrimonio contratto presso un Comune francese, si suggerisce di prendere contatto con la Mairie competente e di ritirare un “dossier de mariage”. Il Comune francese chiederà al cittadino italiano i seguenti documenti: estratto dell’atto di nascita su formulario plurilingue, rilasciato da non più di sei mesi (da richiedere direttamente al Comune di nascita), Certificat de Legislation et de Coûtume et Certificat de Capacité matrimoniale (rilasciati dal Consolato). Per i matrimoni contratti all’estero non sono necessarie le pubblicazioni di matrimonio.

N.B. Munito/a della necessaria documentazione, il nubendo/a di cittadinanza italiana deve presentarsi personalmente presso il Consolato dietro appuntamento (preferibilmente con il futuro coniuge) per ottenere la certificazione necessaria a contrarre matrimonio all’estero.
Se uno o entrambi i nubendi sono minori di anni 18: occorre l’autorizzazione al matrimonio rilasciata dal Tribunale per i minorenni italiano competente (ai sensi dell'art. 84 del Codice Civile - Legge 19.05.1975, n. 151) su richiesta dei genitori;

Se uno o entrambi i nubendi sono divorziati: il divorzio deve essere annotato sull’ atto di nascita (annotazione che conferma la trascrizione in Italia del divorzio pronunciato all’estero).

Per la documentazione da presentare in Consolato, vedere la sezioneModulistica”.

 

MORTE

In caso di decesso di un cittadino italiano, i suoi familiari sono tenuti ad inviare a questo Consolato Generale copia dell’atto di morte su formulario plurilingue (disponibile presso tutte le Mairies), specificando se possibile il Comune di iscrizione all’AIRE o di origine. Questo Consolato Generale curerà l’invio dell’atto al rispettivo comune per la relativa trascrizione. Si raccomanda altresì di restituire il passaporto per il suo annullamento.

 

DIVORZIO
Trascrizione in Italia di una sentenza di divorzio pronunciata all’estero

Una sentenza di divorzio pronunciata all’estero non è automaticamente valida in Italia.

Per il riconoscimento in Italia di sentenze pronunciate in Francia prima dell'1 marzo 2001 sono necessari i seguenti documenti:

  • Sentenza di divorzio in originale (o in copia autenticata emessa dal Tribunale competente) con traduzione ufficiale traduttore giurato) in lingua italiana;
    Se il matrimonio è avvenuto in Francia, allegare una copia del relativo atto di matrimonio con annotazione di divorzio. Se il matrimonio è avvenuto in Italia, è necessaria il Certificato di non appello da richiedere alla competente Corte d’Appello, oppure certificati di acquiescenza degli ex coniugi;
  • Dichiarazione dell’interessato da effettuare personalmente presso l’Ufficio di Stato Civile di questo Consolato Generale.

Per il riconoscimento in Italia di sentenze pronunciate in Francia dopo l'1 marzo 2001 sono necessari i seguenti documenti.

  • Certificato in base all’art. 39 (del Regolamento CE n. 2201/2003 del Consiglio del 27.11.2003) sulle decisioni in materia matrimoniale
  • In caso di figli minori anche Certificato in base all’art. 39 (del Regolamento CE n. 2201/2003 del Consiglio del 27.11.2003) sulle decisioni relative alla responsabilità genitoriale
  • Se il matrimonio è avvenuto in Francia, allegare una copia del relativo atto di matrimonio con annotazione di divorzio. Se il matrimonio è avvenuto in Italia, è necessaria il Certificato di non appello da richiedere alla competente Corte d’Appello, oppure certificati di acquiescenza degli ex coniugi;
  • Dichiarazione dell’interessato da effettuare personalmente presso l’Ufficio di Stato Civile di questo Consolato Generale.

Tutta la documentazione dovrà essere presentata in originale o copia conforme.

Per la documentazione da presentare in Consolato, vedere la sezioneModulistica”.